skip to Main Content
Pubblicazioni di Riferimento:

M. Ciampi, M. Sicuranza, A. Esposito, R. Guarasci, and G. De Pietro, “A technological framework for EHR interoperability: Experiences from Italy”, in C. Röcker, J. O’Donoghue, M. Ziefle, M. Helfert, W. Molloy (Eds.), Information and Communication Technologies for Ageing Well and e-Health (ICT4AWE 2016, Revised Selected Papers), Communications in Computer and Information Science, vol. 736, pp. 80-99, 2017, Springer International Publishing AG, Cham (ZG), Switzerland, ISBN: 978-3-319-62703-8, ISSN: 1865-0929, DOI: 10.1007/978-3-319-62704-5.

FSE6

FSE6:Realizzazione di servizi e strumenti a favore delle Pubbliche Amministrazioni per l’attuazione del Fascicolo Sanitario Elettronico.

DATA INIZIO  Gennaio 2016
DATA FINE      Giugno 2019

Sito del progetto: https://www.fascicolosanitario.gov.it/

Il progetto è oggetto di una convenzione tra l’Agenzia per l’Italia Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e il CNR. Gli Istituti del CNR coinvolti sono ICAR, IIT e la Struttura RSI della Direzione Generale. Il principale obiettivo del progetto è il perfezionamento delle regole di interoperabilità del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE), relativamente ad aspetti tecnici non ancora pienamente approfonditi, mediante la partecipazione a gruppi di lavoro tematici istituiti nell’ambito del Tavolo tecnico di monitoraggio e indirizzo del FSE della Cabina di Regia NSIS del Ministero della Salute, al quale partecipano, oltre al Ministero della Salute, l’Agenzia per l’Italia Digitale, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, Sogei, le Regioni e Province Autonome, il Garante per la protezione dei dati personali e il CNR. I risultati finora raggiunti attraverso il supporto fornito ai gruppi di lavoro tematici riguardano innanzitutto l’aggiornamento del modello architetturale di interoperabilità del FSE a seguito di quanto stabilito dall’art. 1, comma 382 della Legge di Bilancio 2017, che ha introdotto modificazioni e integrazioni all’art. 12 del D.L. 179/2012 e ss.mm.ii, assegnando in particolare all’Agenzia per l’Italia Digitale il ruolo di curare la progettazione dell’Infrastruttura Nazionale per l’Interoperabilità (INI) dei FSE e al Ministero dell’Economia e delle Finanze il ruolo di realizzare tale infrastruttura. Con maggior dettaglio, è stato fornito un supporto tecnico operativo che ha consentito l’elaborazione del documento di progetto dell’INI (pubblicato con Circolare AgID n. 4/2017) e delle specifiche tecniche di interoperabilità del FSE di cui all’art. 23 del Decreto attuativo del 4 agosto del Ministero dell’Economia e delle Finanze di concerto con il Ministero della Salute. In secondo luogo, il supporto fornito ai gruppi di lavoro tematici ha avuto per oggetto la formalizzazione delle regole tecniche per la gestione del consenso, le modalità di accesso al FSE, i meccanismi di firma digitale, la gestione delle codifiche, le modalità di comunicazione. Ulteriori risultati raggiunti riguardano lo svolgimento di un’indagine sull’attuazione del FSE e sull’infrastruttura tecnologica, nonché uno studio di fattibilità mirato a verificare una possibile soluzione progettuale per il Sistema Paese riguardo la Sanità Elettronica.

Back To Top