skip to Main Content
Pilato
Nome: Giovanni
Cognome: Pilato
Ruolo: Ricercatore
Laboratorio tematico di riferimento: Robotica Cognitiva e Social Sensing
Matricola: 8898
Telefono Fisso: +39 0918031069
Sede di lavoro: Palermo
Fax: +39 0916809262
Tematiche e attività di ricerca:
L’attività scientifica e di ricerca riguarda lo studio, e la messa a punto di metodologie per la gestione e l’analisi multi-dimensionali e le tecniche geometriche per la definizione di interfacce uomo-macchina basate sul linguaggio naturale sia scritto che parlato. In particolare:
  • Sono state approfondite sia le problematiche riguardanti le reti neurali feed-forward con apprendimento automatico della funzione di attivazione sia la definizione di indici di qualità delle stesse che possano essere una misura a priori della bontà di generalizzazione di una architettura neurale digitale. Tale approccio consente di superare i limiti dati dalla tradizionale metodologia dell’insieme di test.
  • Sono stati studiati e ricercati algoritmi e tecniche neurali per la classificazione supervisionata e non supervisionata di dati multidimensionali. •E’ stato studiato e messo a punto un sistema per la classificazione e la ricerca automatica e concorrente di documenti digitali. Il sistema si basa sul paradigma ad agenti mobili e su un’architettura connessionista per una rappresentazione sub-simbolica della conoscenza.
  • Nell’ambito delle tecniche geometriche per l’elaborazione automatica del linguaggio naturale, sono inoltre state studiate metodologie per la codifica sub-simbolica di parole, basate sul paradigma della Latent Semantic Analysis, che possono costituire uno strumento utile per la successiva elaborazione automatica di documenti. In particolare, è stata adoperata sia la rete semantica WordNet come corpus di testi “standard”, sia corpora di testo libero cui attingere per la codifica sub-simbolica di parole, documenti e concetti in uno spazio semantico.
  • Al fine di migliorare l’interazione uomo-macchina, sono adoperati agenti software, denominati chat-bot, che interagiscono con l’utente individuando una corrispondenza lessicale tra la domanda dell’utente e i moduli domanda-risposta, inseriti nella propria base di conoscenza. E’ stato sviluppato ed è in fase di perfezionamento un sistema di interazione con una comunità di chat-bot aventi competenze specifiche in grado di superare i limiti di usabilità delle interfacce tradizionali mediante l’applicazione della metodologia di analisi della semantica latente.
  • La base di conoscenza dei chatbot è stata ulteriormente ampliata mediante l’integrazione con sistemi formali di rappresentazione della conoscenza quali le ontologie di senso comune; tale approccio consente all’utente di interagire in linguaggio naturale con tali sistemi.
  • Nell’ambito dell’area della preservazione e fruizione dei beni culturali è stata sviluppata una guida multimodale, denominata MAGA (Multimodal Archaelogical Guide at Agrigento), che consente di assistere gli utenti in visita al parco archeologico della valle dei templi di Agrigento. L’utente accede alle informazioni mediante una interazione vocale in linguaggio naturale ottenuta mediante l’uso delle tecnologie dei chatbot e di riconoscimento vocale.
Back To Top