skip to Main Content
Infantino
Nome: Ignazio
Cognome: Infantino
Ruolo: Ricercatore
Laboratorio tematico di riferimento: Robotica Cognitiva e Social Sensing
Matricola: 9258
Telefono Fisso: +39 0918031062
Sede di lavoro: Palermo
Fax: +39 0916809262
Tematiche e attività di ricerca:
L’attività di ricerca dell’ing. Ignazio Infantino riguarda lo studio, la progettazione e l’implementazione di sistemi software intelligenti. In particolare sono state affrontate tematiche quali la progettazione di architetture di visione artificiale, la ricostruzione tridimensionale di scene complesse, la comprensione automatica delle azioni umane e la rappresentazione della conoscenza per la robotica e le interfacce naturali. Di seguito sono riportati i dettagli dei risultati ottenuti e degli studi in corso. – Visione artificiale ed analisi delle immagini Dall’analisi di immagini e di sequenze video si cercano di estrarre informazioni di basso livello per la comprensione della scena. Si considerano ambienti non-strutturati e algoritmi che operino in real-time. A tale scopo si è indagato su architetture ad agenti per sistemi di visione artificiale ed in generale all’elaborazione delle immagini: estrazione di contorni degli oggetti, contorni attivi, rilevamento di pelle umana (viso, mani, braccia). Per quanto riguarda la ricostruzione di scene complesse si è affrontato il problema di ricostruire modelli tridimensionali della scena a partire da foto non calibrate e vincoli estratti automaticamente dalla mappa, sfruttando la presenza di ampie superfici planari quali le facciate degli edifici o le pareti di una stanza. Tra i domini applicativi affrontati vanno segnalati la robotica spaziale, la robotica museale, applicazioni nel campo dell’agraria per l’analisi qualitativa di piante e frutti, sistemi informativi geografici, immagini biomedicali . – Riconoscimento e classificazione di azioni Nell’ambito delle interfacce avanzate uomo-macchina, la comprensione delle azioni umane riveste un importante ruolo. Mediante l’individuazione automatica di parti del corpo umano da telecamera, è possibile seguire l’evoluzione spazio-temporale del movimento delle parti di interesse: viso, occhi, bocca per il riconoscimento delle espressioni facciali e gli stati emotivi; braccia, mani e torso per il riconoscimento di posture e segni; la posizione di un uomo rispetto l’ambiente per riconoscerne l’attività o l’evoluzione di situazioni. Risultati significativi sono stati presentati nel campo del riconoscimento automatico del linguaggio dei segni italiano (LIS), l’apprendimento di robot per imitazione, l’interazione tra computer/robot e uomo nell’esecuzione di task o giochi. – Rappresentazione della conoscenza Le ricerche effettuate mirano ad rappresentazione e modellazione della conoscenza che includa sia l’elaborazione sensoriale a basso livello, che il supporto a livelli di astrazione sempre più elevati fini a quello della rappresentazione linguistica e simbolica. L’approccio investigato e proposto ha esaminato l’utilizzo di Spazi Concettuali, opportuni spazi vettoriali che rappresentano le informazioni sensoriali e cercano di catturare la loro evoluzione temporale allo scopo di poter classificare agevolmente azioni e comportamenti.
Back To Top