skip to Main Content
Farinella
Nome: Giovanni Maria
Cognome: Farinella
Data di nascita: 20/08/1976
Ruolo: Associato di Ricerca
Laboratorio tematico di riferimento: Robotica Cognitiva e Social Sensing
Sede di lavoro: Palermo

Giovanni Maria Farinella è ricercatore (RTD-B) presso il Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università degli Studi di Catania dove insegna “Social Media Management” e “Machine Learning”, rispettivamente nel corso di laurea triennale e magistrale in Informatica. Ha conseguito l’Abilitazione Scientifica Nazionale alla professione di Professore Ordinario nel settore INF/01- Informatica in data 28/03/2018.

Il dr. Farinella è senior member del gruppo di ricerca IPLab (Image Processing Laboratory). Ha partecipato a diversi progetti nazionali ed internazionali ed è membro dello Scientific Board del laboratorio pubblico-privato tra il laboratorio di ricerca IPLAB dell’Univeristà degli Studi di Cataniaed STMicroelectronics.

E’ autore di oltre 120 pubblicazioni scientifiche in conferenze, riviste e capitoli di libri internazionali, ed inventore di 6 brevetti con partner industriali. E’ Associate Editor della rivista scientifica Patter Recognition (Elsevier) e revisore di prestigiose conferenze internazionali nel settore della Computer Vision e Patter Recognition (CVPR, ICCV, ECCV, BMVC). E’ stato Area Chair del la conferenza ICCV 2017, ed ha partecipato al board committee per l’organizzazione di ICCV 2017, BMVC 2017, ACM MM 2013.

Giovanni Maria Farinella è fondatore e direttore scientifico della scuola internazionale “Internazional Computer Vision Summer School” (http://iplab.dmi.unict.it/icvss) e della scuola “Medical Imaging Summer School” (http://iplab.dmi.unict.it/miss).

La sua attività di ricerca presso l’Icar riguarda i sistemi di visione egocentrica ed in particolare il design di algoritmi per la comprensione automatica della scena. In modo specifico si studiano algoritmi innovativi basati su tecniche di Machine Learning e di Computer Vision, utili al riconoscimento di elementi e contesti presenti nella scena che permettono l’organizzazione automatica dei contenuti visuali e la realtà aumentata.

Back To Top