ECOS Lab - Home

ECOS Lab - Home

Home | Campi di applicazione | Tematiche di ricerca | Persone | Collaborazioni | Progetti | Pubblicazioni

L’Engineering COmplex and Smart systems (ECOS) Lab ha l’obiettivo di contribuire all’evoluzione dello stato dell’arte nell’ingegnerizzazione dei sistemi Smart. La ricerca sarà orientata alla definizione di tecniche e strumenti di ingegneria del software per l’analisi e la progettazione di sistemi Smart distribuiti capaci di esibire comportamenti autonomi e self-adaptive, self-organizing (SASO). Tali tecniche saranno integrate con tematiche di intelligenza artificiale.

In particolare, le attività di ricerca di tipo teorico, sperimentale ed applicativo saranno finalizzate all’analisi e progettazione di sistemi Smart capaci di:

  • Esplicare un comportamento autonomo e proattivo, nonchè di prendere decisioni in modo autonomo a partire dai dati percepiti dai sensori (remoti/distribuiti) e perseguire obiettivi non necessariamente noti a priori ma piuttosto acquisiti durante l’esecuzione.

  • Distribuire le proprie componenti su unità computazionali diverse con particolare attenzione per il deployment sul cloud.

  • Esibire comportamenti auto-adattativi cioè in grado di garantire le proprie funzioni in condizioni ambientali mutevoli o in seguito all’acquisizione di nuovi requisiti e norme che disciplinano il dominio di operazione, senza perdere di vista la necessaria ottimizzazione del comportamento esplicato (self-healing, self-configuration e self-optimization).

  • Auto-organizzare la propria struttura interna, generalmente decomposta in unità funzionali indipendenti e riusabili. La collaborazione dinamicamente mutevole delle proprie componenti permette di esplorare soluzioni composte per il raggiungimento di obiettivi collaborativi e che possono essere conservate per un riuso futuro.



Più in particolare, le attività si verticalizzeranno su studio e definizione di:

  • teorie e tecniche per i sistemi di workflow adattativi goal-oriented;

  • teorie e tecniche per sistemi normativi;

  • processi di progettazione e sviluppo di sistemi di AMbient Intelligence (AMI) e sistemi auto-adattativi e auto-organizzanti (Self-adaptive and Self-organizing);

  • metamodellazione, progettazione guidata dai modelli (model-driven design), linguaggi di modellazione specifici del dominio (domain specific languages), approcci di ingegneria dei metodi situazionale (situational method engineering) per la definizione di processi di progettazione ad hoc;

  • metodologie e tecniche per la simulazione di sistemi complessi.